biografia (english)

 

Giovanni Tommasi Ferroni nasce a Roma il 12 Novembre 1967 da una famiglia toscana di artisti da diverse generazioni, oltre al padre Riccardo, ricordiamo il nonno, Leone, lo zio, Marcello (entrambi pittori e scultori di grande talento), e la sorella Elena, raffinata pittrice con la quale ha esposto in diverse occasioni all’inizio della sua attività. Sin da bambino dimostra una notevole propensione per il disegno, e, dopo gli undici anni, inizia a frequentare lo studio del padre, e, in estate, a prendere lezioni di disegno dallo zio Marcello, nello studio di scultura di quest’ultimo a Pietrasanta .

Il suo primo quadro lo dipinge a sedici anni, ma la sua vera e propria attività di pittore comincia solo dopo il liceo classico, nel 1986, quando inizia a lavorare nell’atelier del padre, studiando contemporaneamente storia dell’arte presso l’università di Roma “la Sapienza”.

La sua prima personale risale al 1991 presso la galleria “il Gabbiano” di Roma, nello stesso anno partecipa alla fiera internazionale di Chicago e alla mostra ”Le conchiglie” presso la galleria”Lilia Leoni” di Roma, nel ’92 è presente alla fiera di Bologna e partecipa alla mostra ”Cara Duchessa” presso la galleria”Borgobello” di Parma, nel ’94 espone alla “Philip Mouwes Art Gallery”di Amsterdam e partecipa alla mostra “un sogno che cambia il mondo”, organizzata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dipartimento affari sociali.Dal '94 al ?95 svolge il servizio militare presso il Primo Reggimento dei Granatieri di Sardegna,come Caporal Maggiore istruttore,in tale periodo esegue diversi lavori per la caserma “Gandin” di Roma. Nel’ 95, è, di nuovo, presente con una personale a Roma, alla galleria “l’Indicatore”, e, nello stesso anno alla mostra”W il cinema!”organizzata dalla galleria “il Gabbiano”. Dal 1996 inizia ad esporre soprattutto all’estero, in particolar modo presso le gallerie “Steltman” di Amsterdam e New York, dove, sempre nel ’96, partecipa alla mostra ”European Figurative Art”. Sempre presso le gallerie “ Steltman” tiene mostre personali nel ’97 ad Amsterdam, nel’98 a New York, nel ’99, 2000, 2002, 2004, 2005,2007 ad Amsterdam.

Nel ’99 viene presentata, sempre ad Amsterdam, una sua monografia curata dal critico americano Donald Kuspit.

Nel ’97 è presente a Roma presso la galleria “il Gabbiano”, e, a Buenos Aires presso la galleria”Vip Arroyo”.

Nel 2000 esegue l’ovale di navata per il Duomo di Pietrasanta.

Nel 2001 partecipa alla mostra “Emozioni belliniane nella pittura contemporanea” presso il museo “Sandro Parmeggiani” di Cento (FE), lo stesso museo gli dedica nel 2002 una mostra antologica dal titolo “Miti e Vanità, dipinti di Giovanni Tommasi Ferroni”,in tale occasione viene pubblicata una monografia curata dalla Prof.ssa Maria Censi.

Sempre al Museo “Parmeggiani” espone nel 2003 alla mostra “La maniera moderna del Rosso Fiorentino e la pittura di oggi”, nello stesso anno partecipa all’esposizione dal titolo “L’età delle illusioni mancate” presso il Palazzo Mediceo di Seravezza (LU).

Nel 2003 e 2004, esegue cento disegni che illustrano, canto per canto, la “Divina Commedia”di Dante Alighieri.

Nel 2004 tiene una personale presso la galleria “il Tempietto” di Brindisi.

Nel 2005 è presente all’esposizione “Realisme 05” ad Amsterdam, alla mostra “Uroburo”omaggio a Cocteau, presso l’archivio di stato di Parma, e alla mostra sullo Zodiaco presso la galleria “Davico” di Torino.

Nel 2006 il Museo “Jan van der Togt” di Amstelveen (Olanda), gli dedica una ampia mostra antologica che riscuote notevole successo di pubblico, in quest’occasione viene presentata una monografia con testo di Philippe Daverio, il quale, già l’anno prima, aveva realizzato su di lui un servizio nella trasmissione televisiva “Passepartout”. Sempre nel 2006 partecipa all’esposizione ”Realisme 06”, alla mostra “Quartet” presso la galleria “Davico “di Torino ed infine alla 57^ edizione del premio”Michetti” di Francavilla al mare.

Nel 2007 partecipa alla mostra “Antologia della figurazione contemporanea” presso lo spazio”Figurae”a Milano,mostra organizzata da Tekne international e curata da Alberto Agazzani e Gilberto Algranti.

Sempre nel 2007 espone al Museo” Sandro Parmeggiani” in una mostra dedicata ai Tommasi Ferroni (Riccardo,Elena e Giovanni) partecipa alla mostra “Hypnos e Thanatos”,curata da Alberto Agazzani,presso il centro di promozione culturale”Le Muse” di Andria. Ed espone presso il museo di Bou Tou in Cina.

Nel 2008 partecipa alla mostra “sogni”,curata da Alberto Agazzani,presso la Galleria Chiari di Roma ed ha esposto in una collettiva dedicata ai pittori europei in occasione dei giochi olimpici,(Olimpic Fine Arts)presso il museo della città proibita di Pechino.

Nel 2009 esegue sei grandi tele dedicate ai miti di Perseo e Mercurio,per il teatro dell’ex convitto Palmieri a Lecce,in tale occasione e nella stessa sede, viene allestita una sua mostra di disegni sulle metamorfosi di Ovidio ,e viene pubblicato un catalogo,curato da Antonio Cassiano.

Sempre nel 2009 partecipa alla mostra “i grandi allievi della scuola romana di Riccardo Tommasi Ferroni” presso la galleria “San Marino”,palazzo Arzilli,Repubblica di San Marino ,e alla mostra “Francesco e Chiara d’Assisi” presso il palazzo ducale di Massa.

Nel 2010 espone alla galleria “Franco Senesi” di Positano ,assieme alla moglie Maya kokocinski Molero (anche lei pittrice e figlia del pittore Alessandro Kokocinski ). .

Nel 2011 viene invitato alla Biennale di Venezia in due esposizioni,una a Venezia,,”L'ombra del divino nell'arte contemporanea,artisti per Noto e altrove” presso Palazzo Grimani,l'altra a Roma,presso Palazzo Venezia “Padiglione Italia 150 dall'unità”.

Sempre nel 2011 viene allestita una sua personale presso palazzo Bontadosi a Montefalco,mostra organizzata in collaborazione con la galleria “Selective Art” di Parigi.

Nel 2012 viene organizzata una piccola esposizione dal titolo “partita a scacchi con mistero” patrocinata dalla provincia di Roma e curata da Tiziana Gazzini e Tiziana Quattrucci, ,presso “La galleria” nel giardino della Fornarina,dove vengono esposte anche opere del padre Riccardo,della sorella Elena ,e della moglie Maya.

Sempre nel 2012 espone alcune opere presso la “Lotus art gallery” di Bangkok e vengono orgono organizzate due personali,una ad Amsterdam,presso la “Morren Galleries”,e l'altra presso la “Gallerie Selective Art” di Parigi.

Nel 2013 partecipa alla mostra “I have come to you againi-Blessed John Paul II”presso il Michael J Sheehan Center di Lubbok e il St.Louis Museum of Art di St.Louis (Stati Uniti).


Ha inoltre insegnato presso il “Rome Center of Liberal Arts” dell’università “Loyola”di Chicago.

Attualmente vive e lavora tra Roma e Pieve di Camaiore (LU).